C'è un Pronto Soccorso per la tosse persistente

 

 

Articolo apparso su Repubblica e Repubblica.it il 31/10/1996

 

'La tosse è la voce dei polmoni' diceva Ippocrate anche se spesso non le si dà ascolto. Questo disturbo è in Italia, in ordine di frequenza, la terza causa che portano il paziente dal medico di base. Cominciamo con dire che la tosse non deve essere trascurata può diventare cronica e persistente e dare origine a molte complicanzioni, dai traumi laringei fino all'embolia polmonare, dall'enfisema all'aritmia, dalle cefalee all'insonnia, fin' anche alla rottura di costole.

La tosse non è una malattia di per sè, ma un sintomo: è il segnale che qualcosa non va nell' organismo non va. Ad essa sono collegate almeno un centinaio di patologie, da quelle più banali come le infezioni alle vie respiratorie alle più serie, come le neoplasie polmonari. Proprio per diagnosticarla al meglio e curarla in tempi rapidi è nato a Bologna l' Unità per lo studio e il trattamento della tosse, unico centro in Europa. Guidato da Alessandro Zanasi, pneumologo dal 1980 e in forza al reparto di Fisiopatologia respiratoria dell' ospedale Sant' Orsola, il centro è formato da un equipe di esperti, tra i quali Mario De Bernardi Valserra, titolare della cattedra di farmacologia clinica a Pavia. Il centro vuol essere una sorta di pronto-soccorso per chi è afflitto dalla tosse e resiste ai trattamenti del medico di base e vuole approfondire lo studio su questo sintomo in modo tale da mettere a punto dei protocolli, ovvero delle schede informative, sui singoli tipi di tosse (funziona come un vero e proprio ambulatorio, aperto al pubblico dal lunedì al sabato, la sede è presso il Sismer, via Mazzini 12 Bologna, telefono 051-307307). "Il paziente viene da noi una prima volta per la visita, durante la quale compiliamo un accurato questionario anamnesico da cui scaturisce la diagnosi e la prima terapia", spiega Alessandro Zanasi, "dopo 15 giorni il paziente ci contatta telefonicamente e ci racconta l' andamento del disturbo. Dopo altri 15 giorni torna per la seconda visita, una sorta di controllo della dignosi e della terapia. Una volta diagnosticata con esattezza l' eziologia della tosse è possibile, trattandola adeguatamente, risolverla nel 98 per cento dei casi". Ma quali sono le patologie che più frequentemente risultano responsabili di una tosse cronica? "L' asma bronchiale, il gocciolamento retronasale, il reflusso gastroesofageo e la bronchite cronica", continua Zanasi. "Queste quattro affezioni costituiscono da sole l' 80 per cento di tutte le cause di tosse cronica. Fino ad ora abbiamo trattato alcune centinaia di casi, risolvendoli nel 75-80 per cento dei casi. E' bene sapere che i tempi di guarigione non dipendono dall'epoca di insorgenza della tosse nè dalla sua frequenza e intensità, ma variano a seconda della patologia. Taluni casi richiedono anche 18-30 mesi di cure ininterrotte".

 

Fonte: Repubblica.it

 

Intervista al Dott. Zanasi - Tutta Salute, Rai 3 - 30/11/18

 

Leggi le nostre pubblicazioni scientifiche sulla tosse

Suggerimenti sul corretto uso del nebulizzatore

 

SCARICA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Inserisci nome e indirizzo mail. Riceverai la nostra newsletter.

TERMINI E CONDIZIONI

AIST Associazione Italiana per lo Studio della Tosse - Via Mazzini, 12 Bologna - Tel. 051 307 307 - Fax 051 302 933

© 2019 AIST Associazione Italiana per lo Studio della Tosse

Sito realizzato da

IDEE DI COMUNICAZIONE